Caro diario,

ormai abbiamo ripreso a pieno ritmo e dopo gli scrutini quadrimestrali si viaggia spediti verso la seconda valutazione infraquadrimestrale. Che fatica!!!

Quando pensi che il giro di boa è fatto e speri di raccogliere già i primi frutti del lavoro svolto in 5 mesi di lezioni, ti accorgi invece che in ogni caso ti tocca ripartire e non lasciare niente al caso.

Non ci si può e non ci si deve fermare in questo lavoro e quella che chiamano “pausa didattica” diventa invece un’occasione per cercare di rimettere in sesto tutti quegli aspetti della quotidianità scolastica che come per incanto ti sfuggono da tutte le parti.

Il programma da svolgere o rimodulare, le verifiche da preparare e somministrare sono sempre occasioni per ridire che l’anno non è ancora finito e che si può e si deve dare il meglio di se per raggiungere quel traguardo tanto ambito che si chiama ammissione alla classe successiva.

Nonostante tutto, ti tocca rimboccarti le maniche ed a fatica ripartire cercando di creare occasioni propizie per coniugare didattica, voti, recuperi, viaggi d’istruzione e visite guidate.

Questo è il bello della diretta in aula ed allora si che emerge in tutta la sua pienezza il ruolo che hai e devi svolgere fino in fondo, poiché difronte c’è sempre qualcuno, che anche se pensi sia distratto, in ogni caso ti ascolta e crede nonostante tutto in quello che tu gli dici.

Che dire, caro diario, la fatica passa e domani è un altro giorno.

Mimmo Marino

Comments are closed.