E’ proprio vero quando si dice, sembra ieri…ed invece domani, lunedì 30 settembre 2013, dal quel primo giorno di scuola sono già trascorse due settimane.

Il tempo passa inesorabile e forse non ce ne accorgiamo neanche, tanto siamo presi dalla quotidianità, dal nostro fare continuo.

Eppure quel primo giorno quante emozioni per chi è entrato per la prima volta in classe in una scuola nuova dove attese e speranze si uniscono guardando a quel futuro ancora lontano.

Guardando gli occhi dei ragazzi di prima, ho notato tanta curiosità, forse pure troppa se paragonata con la distrazione, di chi sentendosi poco più grande o quasi arrivato alla meta, è entrato in classe compiendo i soliti rituali, dalla scelta del posto fino a riprendere a chiacchierare laddove aveva interrotto alla fine delle lezioni.

Eppure l’anno scolastico è nuovo, appena iniziato, ed invece per molti – oserei dire tanti – sembra essere già vecchio. Mi domando perchè, e pur volendo trovare una risposta, non riesco nell’immediato a dire niente.

Sarà che forse sono io a preoccuparmi, sarà che l’anno è ancora lungo davanti a me o forse sarà che c’è chi non si aspetta null’altro che finisca per come è iniziato. Mah!!!

E tu, caro diario, come pensi che continuerà?

Mimmo Marino

Comments are closed.