Quando per la prima volta, cinque anni fa, ho sentito pronunciare questa parola già capivo che non faceva per me, forse perchè era intuibile il fatto di dover utilizzare le lingue straniere.

Di scambi culturali in Italia ne avevo fatti personalmente, ma pensare la stessa cosa con scuole all’estero, suonava come una cosa irrealizzabile ed invece non è stato così, anzi al contrario.

Ma che cos’è eTwinning? eTwinning è il gemellaggio elettronico tra scuole europee, un nuovo strumento per creare partenariati pedagogici innovativi grazie all’applicazione delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC).

E’ vero, l’Europa è grande, ma basta un clic del mouse per renderla piccola e soprattutto unita e questo lo testimoniano le migliaia di scuole iscritte e legate tra di loro da esperienze variegate che danno loro l’opportunità di confrontarsi a distanza.

Francia, Polonia, Spagna o Repubblica Ceca poco importa  se non ci si conosce, l’importante è iniziare e crederci.

Ora anche all’ITC di Melito sta approdando a questo nuovo modo di concepire gli scambi culturali e spero proprio che sia un’occasione unica per questi ragazzi.

Buon lavoro a tutti gli alunni che si apprestano ad iniziare questo cammino.

Mimmo Marino

2 Responses

  1. Martina Baseggio ha detto:

    Hello everybody,
    my name is Martina Baseggio and I am from the Czech republic. I am an English teacher and I teach czech language and literature too. I am going through this blog and I am trying to remember my first experience with Etwinning. If you use Etwinning, you can stay at home and meet a lot of new interesting people. This way I met prof. Marino four years ago. And we have been friends since that time although we have never met really. But I hope one day it will happen. I started with Etwinning project and me and my students went on with Comenius project too and we visited a lot of interesting places and we met our virtual classmates face to face. It was really nice. Who knows in the future we will have the same possibility with your school. Everyting is possible if people want to realize it. So don´t be afraid of Etwinning, don´t be afraid of new Europe, don´t be afraid of new cultures and share your opinion with young people around the world via Etwinning. And don´t be afraid of English study it hard and it will open many new doors for you. Buon Natale a tutti. Martina

  2. madoto ha detto:

    Ciao Martina,
    grazie per il tuo post e soprattutto per quello che hai scritto, spero siano proprio in tanti a leggerlo tra i miei alunni e colleghi. L’esperienza del gemellaggio elettronico deve essere un punto di partenza per capire cosa vuole dire essere cittadini europei e crescere in mezzo a tanti giovani confrontandosi a partire dal lavoro che si fa a scuola.
    La cosa più bella ed oserei dire curiosa di eTwinning è quella di girare l’Europa in lungo e largo con una particolarità: quella di stare seduti comodamente dietro la propria scrivania o nel laboratorio della propria scuola, il tutto in un clic.
    Tu hai avuto, al contrario, la possibilità di guidare in questi anni i tuoi allievi a scoprire e conoscere alcuni Paesi dell’UE dal vero lavorando con il progetto Comenius e spero che questa esperienza sia ripetibile anche per i miei alunni.
    Non mi resta altro da dire grazie ad eTwinning e buon lavoro ad entrambi.
    Mimmo Marino