E si, il tempo inesorabilmente continua a fluire e giorno dopo giorno ci avviciniamo alla fine di questo lungo e faticoso anno scolastico.

Anche per “Il quotidiano in classe” online  è iniziato il “campionato di ritorno” e le nuove graduatorie vedono le redazioni confrontarsi in posizioni che già dal primo istante fanno capire che sarà una dura prova fino alla fine dell’anno.

Ma chi l’avrebbe mai detto che un tale concorso poteva attirare così tanto l’attenzione degli allievi delle nostre classi.

Eppure è successo ed al giro di boa i risultati non sono certo mancati, non tanto per i piazzamenti ottenuti, quanto per gli stimoli che ne sono scaturiti e che hanno reso protagonisti di se stessi gli alunni increduli che giorno dopo giorno hanno visto risalire la posizione in classifica.

In effetti i temi indicati dalle testate giornalistiche hanno spinto i ragazzi a tirar fuori il meglio di se e questo è bastato per improvvisarsi giovani giornalisti in erba pronti a sfoderare frasi ad effetto e commenti improvvisati pur di riuscire nell’impresa.

Manca poco alla fine del concorso come pure a quella dell’anno scolastico; non disperdete le vostre forze e continuate a credere che i traguardi raggiunti sono un segno tangibile che si può e si deve ancora credere nelle proprie capacità.

Mimmo Marino

5 Responses

  1. ilenia ha detto:

    eh già prof!anche quest’anno sta finendo. per il quotidiano in classe c’è sempre un pò di speranza per vincere, con o senza premio è stata sicuramente una bella esperienza.

  2. giovanni ha detto:

    salve prof… forse sarà stata pure l’occsione che ci è stata concessa per poterci mettere in gioco che ci ha fatti diventare così attenti nel nostro ruolo per poter arrivare in una buona posizione in classifica… spero che questo girone di ritorno possa vincerlo la redazione che presterà il meglio di loro…
    Giovanni Nucera

  3. elisa ha detto:

    bravi ..farò il tifo per voi…un caro saluto

  4. madoto ha detto:

    Ciao Maestra Elisa,
    veramente sono bravi questi ragazzi che riescono a coniugare lo studio e questa attività che li vede protagonisti di se stessi innanzi tutto.
    Anche se con grande fatica, riesco in qualche modo, a stargli dietro e questo mi fa veramente piacere poichè vedo che la cosa è gradita anche da parte loro.
    Dare spazio alla loro creatività è una cosa importante e chi più e chi meno sta scrivendo e commentando articoli su articoli facendo vedere che qualcosa di buono c’è.
    Aspettiamo la volata finale e vediamo chi riuscirà ad arrivare primo al traguardo.
    In ogni caso una cosa è certa: noi c’eravamo.
    Ciao Mimmo

  5. ilenia ha detto:

    grazie mille maestra Elisa! 🙂