Sembrava una scommessa persa in partenza ed invece ecco arrivare una mail che annuncia un premio, si un premio, per un’allieva che si è distinta in questo progetto per aver prodotto un video valutato in modo positivo dalla commissione.

Quante volte tanti progetti hanno come protagonisti un docente, il tutor o qualsiasi altra figura professionale del mondo della scuola.

Questa volta invece la protagonista è proprio un’alunna che credendo fino in fondo a questa attività, con il suo certosino e paziente lavoro e con quello della sua redazione, ha fatto si che i “giornalisti in erba” siano proprio loro: i ragazzi della redazione di “3A chisti simu“.

In effetti sono proprio ragazzi ed in quanto tali vanno stimolati ed aiutati a credere a quello che fanno e questo piccolo/grande riconoscimento è il segno tangibile che la scuola può ancora continuare ad essere un luogo che educa e fa crescere i giovani partendo dalle loro potenzialità nascoste.

Non rimane altro che continuare a credere fino alla fine a questa bellissima avventura, non dopo aver pensato che la scuola sta per finire e quindi prima si studia e poi con un’occhio alla graduatoria ed uno alla valigia, cerchiamo di concludere quest’anno scolastico al fatidico grido: “Chi volerà a New York?”.

Mimmo Marino

One Response

  1. ilenia ha detto:

    che soddisfazione vincere il premio!!! Siamo partiti così, senza pensare dove saremmo potuti arrivare, e adesso siamo a un punto che sinceramente nemmeno io mi aspettavo di raggiungere. Manca poco quindi speriamo di essere noi a volare a new york 🙂